TERZO – primo oggi

separatore_rosa

Care e Cari,
come molti di voi sanno per aver condiviso il percorso, mi candido in Consiglio Comunale nella lista Progetto Torino, la lista a cui insieme a tante e tanti abbiamo lavorato in questi mesi e che è partita con l’idea di sostenere le ragioni della sinistra al governo della città e che si fonda sulla partecipazione attiva di donne e di uomini che quotidianamente rivolgono il loro impegno civico e la loro passione politica per il bene comune di Torino.

Torino, che in questi vent’anni ha affrontato un grande cambiamento dei propri profili economici, sociali e culturali, ha incrociato in questo suo percorso di trasformazione la crisi globale che dal 2008 morde il sistema economico europeo: questa crisi ha determinato una riduzione di risorse per i Comuni, meno trasferimenti dai governi centrali e pesanti limitazioni normative in materia di spesa e di personale. Una città con più bisogni e una Città, il Comune, con meno risorse.

Come Amministrazione Comunale che ha governato in questi anni abbiamo cercato di rispondere a questa crisi costruendo un nuovo paradigma di sviluppo locale sostenibile fondato su innovazione, ricerca, formazione, cultura e turismo.

I risultati ci sono: a Torino si sono insediati centri di ricerca su design e automotive cinesi e indiani, General Motors al Politecnico raddoppia, il distretto aerospaziale torinese e il suo indotto (cibo, caffè e acqua spaziali sono prodotti a Torino) hanno fama mondiale, siamo la seconda città italiana per numero di brevetti, l’Energy Center la cui realizzazione è in fase di ultimazione è stato scelto dalla Commissione europea per la ricerca sull’energia, siamo la seconda capitale europea dell’innovazione e prima in Italia, i giovani diplomati che si iscrivono all’Universita sono al 56% contro una media nazionale del 47%, i diplomati sono passati dal 70 al 75%, gli studenti universitari internazionali sono aumentati del 366% e quelli fuori sede del 122%. Siamo ormai una meta turistica riconosciuta.

Vogliamo ora attivare un welfare redistributivo che trasformi questa leva in opportunità per tutti, perché queste opportunità siano condivise, l’accessibilità alla cultura e alla formazione siano ancora più diffusi, per trasformare la capacità e l’istruzione in welfare preventivo, il sapere e il saper fare in opportunità di lavoro qualificato che generi altro lavoro. La disoccupazione è più forte dove ci sono meno competenze e meno formazione.
Vogliamo impegnarci affinché il sistema universitario e della ricerca e quello imprenditoriale cooperino allo scopo di offrire opportunità di lavoro ai giovani con alta formazione. Vogliamo attrarre a Torino, giovani, donne e uomini, che vogliano qui costruire una comunità capace e solidale.

Sappiamo che le città sono i luoghi delle reti virtuose, delle organizzazioni sociali, della ricerca e dell’innovazione ma sono anche i luoghi dove si concentrano le diseguaglianze e la iniqua distribuzione delle risorse.
Per questo pensiamo sia importante per la sinistra politica essere al governo delle città poiché è nel sistema di welfare locale che si possono attuare politiche redistributive e di maggiore equità, politiche di scambio e circolarità delle risorse, di permeabilità e mobilità sociale.
Nelle politiche dei Comuni si possono continuare quelle esperienze di democrazia di prossimità, allargando la base della partecipazione e condividendo i processi decisionali contro l’accentramento dei poteri, delle risorse e delle competenze dei governi centrali.
La sinistra è la chiave del cambiamento necessario e non può condannarsi ad esperienze politiche di testimonianza che rischiano di essere autoreferenziali e tutte interne al ceto politico: le cittadine e i cittadini vogliono poter contare laddove vengono assunte le decisioni che toccano le loro vite.

Per questo Progetto Torino ha deciso di essere parte della coalizione che sostiene Piero Fassino a Sindaco di Torino: per essere la sinistra che scrive il futuro della città e porta nella dialettica politica del governo della città i valori fondanti del bene comune, della solidarietà, del welfare redistributivo e della partecipazione democratica.

In questi anni da assessora alle politiche educative della Città, nonostante la forte contrazione di risorse per i Comuni, ho lavorato per mantenere qualità e quantità dell’offerta di servizi per l’infanzia, aumentando la disponibilità di posti e l’accessibilità per le famiglie più fragili; mi sono impegnata a migliorare le azioni di orientamento scolastico e contro la dispersione: tra tutti i nuovi progetti che ho inventato ricordo Scuola dei Compiti.

Ho costruito molte azioni educative alla sostenibilità, dal Menù l’ho fatto io ad un servizio di ristorazione a filiera corta e senza plastica. Ho ricostruito la filiera educativa creando passaggi e relazioni virtuose tra i diversi segmenti del percorso formativo: connessioni educative dall’infanzia all’università.

Ho istituito strumenti di partecipazione e condivisione dei processi decisionali come la Conferenza Cittadina delle Autonomie Scolastiche e le sue Commissioni permanenti. Ho costruito il progetto TorinoCittaUniversitaria e il Piano Adolescenti. Ho realizzato la prima edizione del Festival Internazionale dell’Educazione.

Mettere insieme le risorse che abitano la città, creare connessioni e condivisioni, vedere gli sguardi diversi e il desiderio di esserci, solo così si ricostituiscono relazioni di fiducia, solo così si è comunità.

Mariagrazia Pellerino

separatore_rosa

MERCOLEDì 16 MARZO dalle 15 alle 16

Sarò in diretta  TV su Torino W Ca‎nale 199 parlerò di “Progetto Torino” e delle politiche per la città.

sinistrachescrive-web

TORINO-W

Torinow_mariagrazia_001

separatore_rosa

Mercoledì 16, lunedì 21 marzo e lunedì 4 aprile 2016

DIALOGHI SULL’EDUCAZIONE

Prossimo incontro LUNEDÌ 4 APRILE:
“CULTURE, EDUCAZIONE E LIBERTÀ FEMMINILE – Pregiudizi tra sessismo e razzismo”

Primo appuntamento con “Dialoghi sull’Educazione”: la povertà infantile con Save the Children
Guarda l’atlante dell’infanzia a rischio >> “Bambini senza: l’atlante delle povertà minorili”.

LA PARTECIPAZIONE AGLI INCONTRI E’ GRATUITA CON ISCRIZIONE OBBLIGATORIA PER OGNI SINGOLO INCONTRO
info: Segreteria Settore Formazione ITER  – via Revello 18
tel. 0110119114  – lun-giov 9/16 – ven. 9/1

“La formazione assume nuovi significati e nuove prospettive, non solo come diritto e risorsa individuale ma come ricchezza sociale ed economica. Oggi si definiscono i processi formativi e lo stesso apprendimento in funzione del diritto ad una cittadinanza attiva”.
Mariagrazia Pellerino
dialoghi-sulleducazione_def

Leggi il programma completo sul cliclo di incontri “Dialoghi sull’educazione”

separatore_rosa

 16 marzo 2016

TALENTO: LA III FASE DEL PROGETTO

Leggi il COMUNICATO STAMPA

UNA NUOVA CULTURA DEL LAVORO ORIENTATA DAI TALENTI

INVITO_talento-fase3

Leggi l’articolo >> TalenTo: gli studenti realizzano un progetto per un’azienda piemontese

separatore_rosa

12 marzo 2016

NEI NIDI D’INFANZIA BENVENUTE LE MAMME IN ALLATTAMENTO

Leggi il COMUNICATO STAMPA

“La Città intende favorire in tutti i nidi d’infanzia comunali questa pratica naturale, a cui sarà riservata una sezione adeguata alla delicatezza della relazione madre-bambini”.
Mariagrazia Pellerino

Leggi gli articoli >> Ora al nido la mamma può allattare

Nei nidi d’infanzia benvenute le mamme in allattamento

separatore_rosa

11 marzo 2016

13 studenti della Georgia State University – College of Education and Human Development (USA) hanno scelto Torino come meta della visita di studio nell’ambito del loro corso sul sistema scolastico italiano.
“Siamo orgogliosi che studenti di oltreoceano vengano a Torino a conoscere i servizi per l’infanzia. Un fatto che ci lusinga a testimonianza del prestigio delle scuole torinesi a livello internazionale”. Mariagrazia Pellerino

studenti-americani

Leggi il COMUNICATO STAMPA

Leggi gli articoli >> Studenti americani visitano le materne torinesi

Studenti americani in visita nelle scuole di torinesi

Gli studenti americani della Georgia State University imparano l’apprendimento sotto la Mole

separatore_rosa

 9 marzo 2016

Avviato il progetto TeenCarTO che la Città ha promosso attraverso l’Assessorato alle Politiche educative nell’ambito del Piano Adolescenti.
Torino vista attraverso lo sguardo di 600 adolescenti torinesi e postato in una mappa digitale interattiva che fotografa i quartieri cittadini: risorse, attività, criticità.
Il progetto è stato realizzato tra ottobre 2015 e febbraio 2016 in collaborazione con l’Università di Torino, le/gli insegnanti e le/gli studenti di 16 scuole secondarie di secondo grado della nostra Città.
Le mappatura messa a punto dalle ragazze e dai ragazzi è stata realizzata su First Life, piattaforma prodotta dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino attraverso un bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation” del Miur.

Leggi gli articoli >> TeenCarTO, Torino vista con gli occhi degli adolescenti

Così i giovani riscrivono la mappa di Torino

La Torino degli adolescenti ha confini diversi dal centro alla città

Leggi il COMUNICATO STAMPA

Guarda le slides di Teencarto

INVITO-TEEENCARTON+FOTO

separatore_rosa

8 marzo 2016

Presentate alcune attività al cinema Massimo del prossimo Festival Sottodiciotto, Steve Della Casa sarà il nuovo direttore, la rassegna sarà promossa da AIACE Torino e dalla Città di Torino e tradizionalmente sostenuta da Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT.

Leggi gli articoli>> Steve Della Casa lancia il nuovo Sottodiciotto Film Festival

Nuovo direttore per Sottodiciotto Film Festival

sotto18_web3

separatore_rosa

7 marzo 2016

“AttivArte” è un progetto ideato dalla Città di Torino, insieme all’ ICWRF (Italian Culture Worldwide Rotarian Felloship -Team Italia Nord Ovest), per coinvolgere giovani studenti appartenenti a istituti scolastici di differente ordine e grado, in varie attività volte a rendere i ragazzi principali fautori e attori del processo di conoscenza, comprensione, sensibilizzazione, salvaguardia e tutela dell’arte pubblica contemporanea.

Leggi l’articolo >> “AttivArte” insegna a rispettare l’arte pubblica

Leggi il COMUNICATO STAMPA

INVITO-ATTIVARTE+FOTO

separatore_rosa

terzo – secondo oggi

7 marzo 2016

Siamo alla terza edizione di Bambine e Bambini un giorno all’Università: il progetto che ho inventato per far entrare le/gli alunni delle scuole primarie negli Atenei e mostrare loro Torino Città Universitaria, perché crescano con un immaginario di accessibilità per tutti all’alta formazione in condizioni di pari opportunità. Ma anche perché queste/i bambine/i crescano conoscendo l’utilità della ricerca a cui l’Italia dedica solo l’1,3% del PIL.

Vedi il VIDEO >> Torino: Bambini ecco a voi l’università

video-grp-beb

Leggi gli articoli >>
Al Politecnico architetti e ingegneri di domani
Al via alla Cavallerizza la III edizione di “Bambine e Bambini un giorno all’Università
400 bambine e bambini per un giorno all’Università

separatore_rosa

6 marzo 2016

JUST-WEB

JUST A THE WOMAN I AM è tornata la corsa o camminata organizzata dal Sistema universitario torinese, grazie al CUS e a Università e Politecnico a sostegno della ricerca contro il cancro al seno: un modo intelligente per sostenere le donne, la medicina di genere e le ricercatrici. Una bellissima piazza San Carlo: più ricerca per la salute delle donne, più donne nella ricerca!

Leggi l’articolo >> Just the woman I am” ritorna il 6 marzo

separatore_rosa

6 marzo 2016

MUFANT_WEB-COMPLETO

ll MUFANT Museo della Fantascienza di Via Reiss Romoli: una preziosa realtà museali unica in Italia nel suo genere: il MUFANT si trova in una ex scuola ed è perciò anche un buon esempio di riuso di un edificio pubblico continuando la sua vocazione educativa.

Leggi l’articolo >> Domenica al Mufant inaugurazione della mostra sulle città del futuro

separatore_rosa

4 marzo 2016

Approvato l’Accordo di Programma sui minori disabili e con bisogni educativi speciali: un atto che è un patto, l’accordo coordina e mette insieme tutte le azioni rivolte ai minori disabili, un patto tra tutti gli enti coinvolti, risultato di un percorso partecipato con tutte le scuole e le associazioni, oltre che con la Città Metropolitana e le ASL e l’Ufficio scolastico Territoriale. Insieme è di più che la somma dei singoli addendi. L’accordo è anche garanzia di trasparenza e accessibilità ai servizi per le famiglie.

CONDIVISIONE_PARTECIPAZIONE_WEB

Leggi >> L’ACCORDO DI PROGRAMMA
Leggi l’articolo >> Sottoscritto l’accordo per irrobustire l’inclusione scolastica
Leggi >> il COMUNICATO STAMPA

FOTO-ACCORDO-CONFERENZA-AUTONOMIEseparatore_rosa