UA-74305567-1 LA CITTA DELLE DONNE – MARIAGRAZIA PELLERINO

LA CITTA’ DELLE DONNE

La politica delle donne è la politica praticata dalle donne ed é fondata sulla pratica delle relazioni e sul pensiero della differenza sessuale; la politica delle donne, volta a significare la libertà femminile, è stata praticata e poi nominata dalle donne che si riconoscono nel femminismo della differenza.
Si tratta quindi di un’espressione che si distingue in toto da quella di politica o politiche per le donne, intesa come interventi istituzionali o legislativi di promozione e sostegno della parità o pari opportunità tra donne e uomini.

Si tratta di meccanismi regolativi presenti nelle leggi di parità e nei conseguenti organismi di parità che non sono frutto della diretta espressione politica delle donne, collocandosi all’interno dei dispositivi di organizzazione del potere esistente e volti alla tutela dei soggetti a cui l’ordinamento riconosce una posizione di discriminazione e di svantaggio.

La politica delle donne è quella messa in atto direttamente dalle donne, nel movimento femminista, nei gruppi, nelle associazioni femminili, e in altri luoghi, che ha posto in discussione i rapporti con l’altro sesso, in senso lato, all’interno dell’ordine costituito.

Il femminismo degli anni ’70 si può distinguere in due grandi aree di pensiero (e di azione): il femminismo emancipatorio, che lottava per la parità di diritti, per l’uguaglianza e il femminismo della differenza, che metteva al centro la differenza sessuale e la libertà femminile.

Come detto prima, il femminismo della differenza ha proposto l’espressione “politica delle donne”, nominando le relazioni politiche tra donne come strumento di cambiamento per la realizzazione della libertà femminile in tutti i campi, dal lavoro, alle istituzioni, ai rapporti privati.

Questa è la politica delle donne storicamente, ma anche filosoficamente, definita dal femminismo, le cui pratiche politiche hanno dato origine al pensiero della differenza.

L’espressione “politica delle donne” quindi non sta a significare l’esperienza delle donne che ricoprono incarichi istituzionali, anche se alcune di queste hanno incontrato il femminismo della differenza e hanno cercato di fondare il loro operato nelle istituzioni sulle pratiche politiche là apprese.
La politica delle donne non è la politica istituzionale anche se quest’ultima si definisce spesso come “politica” tout court, poiché ha l’ambizione di rappresentare l’unico modo di regolazione del bene comune.
Come noto, si parla di politica istituzionale con riferimento alla politica che si svolge all’interno delle istituzioni della democrazia rappresentativa. L’espressione “politica istituzionale” è utile proprio allo scopo di definirne l’ambito; essa infatti non è la politica o l’unica politica.

Dopo il femminismo dell’emancipazione e quello della differenza si sono negli ultimi anni affermate associazioni femminili che hanno come obiettivo quello di sostenere le donne che desiderano misurarsi con le istituzioni; alcune di queste partono da posizioni più emancipatorie mentre altre hanno tratto ispirazione dal pensiero della differenza.

La politica delle donne nasce negli anni ’70 e si fonda su pratiche politiche come l’autocoscienza e il separatismo; si riprende l’antica pratica sociale del parlarsi tra donne a cui si dà dignità politica. Questa pratica nell’arco di alcuni anni sembra perdere efficacia: essa ha consentito alle donne la presa di coscienza ma politicamente pare insufficiente ad incidere sulla realtà (almeno questa è la valutazione di quegli anni).

Queste donne sono alla ricerca del proprio sé e di un loro modo di stare nel mondo; a questa ricerca si risponde con le relazioni politiche tra donne …ma la strada sarà lunga…

LEGGI TUTTO IL DOCUMENTO: “LA POLITICA DELLE DONNE”

separatore_rosa

RIFERIMENTI:

PDF – E’ a scuola che comincia il rispetto per le donne

PDF – PROGETTO PER L’EDUCAZIONE AL SENSO LIBERO DELLA DIFFERENZA MASCHILE/FEMMINILE

PDF – Programma Convegno Maschile Femminile

PDF – Cepsi Giornata 2013 – Pellerino

PDF – Violenza nei legami

ASSOCIAZIONI:

CASA DELLE DONNE

ASSOCIAZIONE ALMA TERRA

CENTRO STUDI E DOCUMENTAZIONE PENSIERO FEMMINILE

GALLERIA DELLE DONNE

COLLETTIVO CIVICO DELLE DONNE

ARCHIVIO DELLE DONNE IN PIEMONTE

ASSOCIAZIONE ILLARY