UA-74305567-1 TORINO CITTA’ UNIVERSITARIA – MARIAGRAZIA PELLERINO


TORINO CITTÀ UNIVERSITARIA

La città universitaria torinese conta nel suo insieme su 100.000 studenti in una città di 900.000 abitanti: la qualità dei due Atenei, Universita e Politecnico, è tra le migliori d’Italia, ma anche Accademia delle Belle Arti, Conservatorio, IED, IAAD a, e le altre Scuole di alta formazione rappresentano per la città una grande risorsa.

Perciò questa Giunta Comunale si è dotata di un piano specifico per Torino Città Universitaria che prevede azioni per rendere sempre più attrattiva Torino per gli studenti, per i ricercatori e per i docenti: atenei più forti nella didattica sono più forti anche nella ricerca e la sinergia tra i due profili crea quella ricaduta sociale e scientifica a vantaggio del territorio e del suo sistema economico che rappresenta la terza missione dell’università.

In questi anni abbiamo progettato un piano di coordinamento e di comunicazione degli interventi, dal portale Study in Torino al MURAZZI STUDENT ZONE, dalla internazionalizzazione della Città universitaria ai trasporti e alle abitazioni, in stretta alleanza con tutto il sistema dell’alta formazione torinese.

Anche in questo caso la partecipazione e’ stata centrale: i tavoli di lavoro sono composti da tutti i soggetti cittadini interessati e i/le rappresentanti degli studenti e le associazioni studentesche sono stati incontrati molte volte in una logica di cooperazione e condivisione di informazioni e crescita del piano: il sito Study in Torino è stato realizzato con i dipartimenti dell’Universita partendo anche da un questionario rivolto agli studenti per conoscere le loro esigenze informative, il logo è stato disegnato dagli studenti dello IED, così come sono gli studenti ad aggiornare il portale e la pagina Facebook, gli studenti di Politecnico e Università sono i tutors di Scuola dei Compiti, e orientatori peer to peer degli studenti medi.

Abbiamo lavorato molto all’approccio di filiera educativa coinvolgendo sulla internazionalizzazione le scuole superiori per i progetti di scambio internazionale in entrata e in uscita ma anche mettendo a disposizione delle scuole le competenze degli Atenei come nei progetti Scuola 2.0, Bambini un Giorno all’Università, Summer Junior University, Scuola dei Compiti, attività formative e orientative.

Il numero di giovani laureati e diplomati torinesi è ancora troppo basso e queste politiche sono andate nella direzione di creare un immaginario di accessibilità per tutti/e all’alta formazione e anche della importanza di una istruzione alta.

Siamo convinti che ci sia una connessione stretta tra la forte disoccupazione giovanile della nostra area e la bassa formazione con una quota di laureati pari a meno della metà di altre importanti città europee. Questa condizione deve essere superata a fronte delle strade di crescita che la Città ha intrapreso su cultura, turismo, ricerca e innovazione (i centri di ricerca su automotive e design indiani, cinesi e americani che circondano Torino ne sono un esempio, ma anche l’Energy Center che si sta realizzando accanto al Politecnico, il distretto aerospaziale in stretta connessione con l’Universita).

Dunque politiche volte a favorire la formazione universitaria torinese e politiche volte a sostenere il sistema universitario e cittadino come asset strategico per la crescita sostenibile della nostra città.

In questa direzione Torino Città Universitaria è un’opportunità per tutta la Città e la scelta attuata dal Comune appare vincente: i risultati sono sotto gli occhi di tutti: le iscrizioni nei nostri atenei aumentano mentre nelle altre città diminuiscono, un aumento esponenziale degli studenti fuori sede e di quelli internazionali (quintuplicati in alcuni dipartimenti, raddoppiati in altri).

È stata perciò strategica la scelta della Giunta di dotarsi di un piano su Torino Città Universitaria per seguire e mettere a valore la vocazione universitaria torinese.

Per il futuro è evidente come la crescita dell’attrattivita di Torino come Città Universitaria sarà direttamente proporzionale ai servizi offerti agli studenti e in particolare quelli residenziali, che dovranno soddisfare anche la domanda degli studenti capaci e meritevoli ma privi mezzi oltre a quella degli studenti non borsisti ma fuori sede o internazionali a cui devono essere garantiti canoni affrontabili e competitivi con quelli di altre città. Peraltro è da ricordare che l’offerta di residenzialita universitaria italiana è tra le più basse d’Europa.

Al fine di raggiungere questo obiettivo sarà necessario prevedere modelli di gestione delle residenze universitarie ( n cui possano essere impiegati anche gli stessi studentii), tipologie residenziali (mini alloggi), un mix di presenze di studenti non borsisti e borsisti che ne consentano la sostenibilità economica agli operatori pubblici o privati e agli studenti ospiti.

Per questo stesso motivo andrà potenziato uno strumento di incontro tra domanda e offerta di alloggi per quegli studenti universitari che,magari più avanti nel percorso di studi, preferiscano condividere un appartamento al posto letto in una residenza collegiale.

Questo strumento dovrà vedere potenziata l’offerta di alloggi, la qualità degli appartamenti e la previsione di un sistema di garanzia per le eventuali morosità al fine di incentivare i proprietari.

Per perseguire la realizzazione di questi due obiettivi sarà necessario stringere una forte collaborazione tra Città ed Edisu.

Un ulteriore passo successivo sarà lavorare affinché una percentuale di questi studenti dopo la laurea scelgano la nostra città per viverci e lavorare, apportando quel bagaglio di conoscenza e di capacità che rappresenta una risorsa per tutta la città e per l’aumento del benessere e delle opportunità per la nostra comunità cittadina.

separatore_rosa

ARTICOLI E APPROFONDIMENTI:

TORINO CITTA’ UNIVERSITARIA

PDF – TORINO CITTÀ UNIVERSITARIA – AVVIO DEI PROGETTI

PDF – LA TORINO UNIVERISITARIA PROMOSSA DAGLI STUDENTI

PDF – I SOGNI DELL’UNIVERSITA’

PDF – UN SITO PER CATTURARE STUDENTI ALL’ESTERO

PDF – TORINO E’ NEI FATTI UNA CITTA’ UNIVERSITARIA

separatore_rosa

STUDYTORINO-OK

STUDY IN TORINO

Scegli l’università che fa per te!

Da oggi porte aperte a Ready, Steady… Studyintorino

PDF – STUDY IN TORINO – PROMOZIONE

PDF – Torino Click: STUDY IN TORINO

separatore_rosa

MURAZZI-STUDENTZONE

MURAZZI STUDENT ZONE

PDF – INAUGURATA STUDENT ZONE

PDF – UN PASSO VERSO LA RINASCITA

PDF – APRE LA SALA STUDIO AI MURAZZI

PDF – MURAZZI STUDENT ZONE SIMBOLO DI TORINO CITTA’
UNIVERSITARIA

separatore_rosa

ALLOGGIA.TO

PDF – ALLOGGIATO manifesto

PDF – STUDENTI FUORI SEDE

PDF – IL COMUNE: SGRAVI PER CHI AFFITTA AGLI UNIVERSITARI

PDF – BONUS DI 800 EURO A CHI AFFITTA A STUDENTI

separatore_rosa

Listen.To.U

Listen.To.U, sportello di ascolto per gli universitari

IUSTO – Re Rebaudengo – Sportello Listen.To.U

Alla “living library” per scegliere l’università. Ma la domanda è “troverò lavoro?”

separatore_rosa